SLIDING DOORS, ECCITAZIONE E ROUTINE NELLA MEDICINA DI URGENZA – Parte 2

Sliding-Doors

La ri-definizione della medicina di urgenza e pronto soccorso, da disciplina legata all’ urgenza a disciplina legata soprattutto ad un lavoro routinario di patologie a bassa complessità, definibili ambulatoriali, ha necessariamente richiesto un nuovo ruolo del medico di emergenza.

Il medico di pronto soccorso non deve possedere solamente abilità trasversali alle diverse specialistiche , ma soprattutto deve possedere un elevato livello di “clinical decision making” al fine di discernere correttamente dove investire risorse appropriate sul paziente : il tutto lo deve inserire in un contesto “time related“.

In un PS affollato, ad elevato livello di stress professionale, di competence e di comunicazione, non servono performance sbilanciate : non serve un medico bravissimo su manovre life saving ma incapace di adattare ritmo e capacità professionali su casi di bassa priorità: sta proprio in questo difficile bilanciamento di competenza l’essenza del medico di Pronto Soccorso, un equilibrio tra l’eccitazione , l’ansia dell emergenza e la routine e stress relazionale legato alla bassa priorità.